Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Cookie Policy"

Pubblicazioni

associazione arca foto Paolo CarettaIn queste pagine proponiamo alcune pubblicazioni e articoli di approfondimento in merito ai dati più interessanti raccolti con le nostre attività.

 

Studio delle rotte migratorie delle rondini


A cura di Pierfrancesco Micheloni

Questo articolo analizza alcuni dati relativi alla migrazione delle rondini raccolti da Pierfrancesco Micheloni.

 

Studio sulle colonie di rondini


A cura di Claudio Sebastianelli

Ormai da anni è argomento di discussione la situazione delle rondini in Europa. Si parla di un generale declino per il nostro continente, ci sono stati studi molto interessanti come quello del ricercatore danese Anders Pape Möller (apparso sul numero di Nature del 21/06/2001, p. 904) ed altri, presentati peraltro in diverse occasioni anche in Italia, che lo confermano e forniscono buone ipotesi sulle cause: Möller ad esempio ha verificato una perdita nella biomassa di insetti (circa il 50%) nelle fattorie danesi dismesse, che si associa ad una caduta media della popolazione di rondini attorno al 48%, soprattutto a carico delle nuove generazioni (nidi abbandonati, minor consistenza numerica delle covate, giovani in condizioni fisiche peggiori).
Leggi l'articolo completo

 

Ricatture


A cura di Claudio Sebastianelli

In questa pagina riportiamo alcune delle ricatture di cui abbiamo segnalazione certa. La strutturazione di queste pagine non ha alcun carattere di sistematicità, ma raccoglie semplicemente le comunicazioni, che l'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica fa pervenire agli inanellatori dei quali sono stati ripresi uccelli marcati con i loro anelli. Può trattarsi quindi di ricatture o di segnalazioni provenienti dal mondo venatorio o da qualunqua altra persona che rinvenga esemplari inanellati. L'unico intento è quello di raccogliere, per quanto possibile, tutte le ricatture di uccelli avvenute nelle Marche o quelle effettuate in altre zone di soggetti comunque inanellati nelle Marche. In questo sforzo hanno accettato di collaborare, fornendo i dati in loro possesso, anche inanellatori come Umberto Giusini e Pierfrancesco Micheloni.

Un ringraziamento va a Francesco Silvi e Michel Giaccaglia, che con le loro foto hanno fornito ottime testimonianze di quanto sia importante il marcaggio con anelli colorati. Sarà chiaramente uno spazio in divenire, dipendente dalle segnalazioni che ci perverranno e che invitiamo tutti a proporre, senza dimenticare che esiste un apposito sito in cui tutti i non inanellatori possono effettuare le comunicazioni. Il materiale è già tantissimo e per il momento si è deciso di dare campo solo ai dati ritenuti più interessanti o anche semplicemente più curiosi. Non è detto che nel futuro non si possa approntare un vero e proprio archivio marchigiano delle ricatture a disposizione di tutti.